SPEDIAMO IN TUTTA ITALIA DALL'EMILIA IN 48H. SCOPRI IL GUSTO DELLA NOSTRA SELEZIONE GOURMET.

FETTUCCINE ALFREDO: La ricetta Romana

November 22, 2023

Sono nate nei primi anni del 1900 in una trattoria di Roma e il loro nome racconta la storia di un piccolo gesto infinito: prendersi cura l’uno dell’altro, come si sa fare, con quello che si ha a disposizione. Alfredo Di Lelio era padre da poche ore, la moglie Ines aveva appena dato alla luce il loro primo figlio e, per aiutarla a recuperare le forze, il cuoco preparò una pasta così buona che fu la moglie stessa a suggerire che venisse aggiunta al loro menu.

Ma la storia delle Fettuccine Alfredo non era che all’inizio: nessuno poteva immaginare che questa ricetta sarebbe stata “adottata” da una coppia di attori di Hollywood e portata al di là dell’oceano. Chissà se Alfredo avrebbe mai osato sognare che il suo piatto, nato per amore, avrebbe fatto innamorare migliaia di persone dall’altra parte del pianeta.

Non è questo, dopotutto, uno dei poteri magici della cucina? Annullare le distanze e le differenze, ricordarci che anche i gesti più piccoli possono cambiare il mondo.

 

Preparazione: 10 minuti
Cottura: 5 minuti
Dosi: Per 4 persone

Ingredienti:
400 g di fettuccine o tagliatelle
200 g di Parmigiano Reggiano DOP 24 mesi EMILIA FOOD LOVE
150 g di burro
Pepe nero

Procedimento

  1. Grattugiate il Parmigiano Reggiano fino a ottenere il quantitativo indicato e tenetelo da parte.
  2. Portate a ebollizione abbondante acqua salata, quindi immergete le fettuccine e fatele cuocere un paio di minuti.
  3. Intanto scaldate metà del burro in una padella capiente e unite un mestolo di acqua bollente, prelevandolo dall’acqua di cottura della pasta.
  4. Scolate le fettuccine, adagiatele nella padella e unite subito altri due mestoli di acqua di cottura insieme al restante burro tagliato a tocchetti.
  5. Risottate la pasta ultimandone la cottura, facendo assorbire il liquido aggiunto.
  6. Quando le fettuccine risulteranno ben cremose, mantecatele unendo il Parmigiano e un altro mestolo di acqua bollente.
  7. Servitele subito con un’abbondante spolverata di pepe nero macinato fresco.


Un suggerimento

Per un gusto via via più intenso e deciso, provate a sostituire il  Parmigiano Reggiano DOP 24 mesi con la stagionatura 36 mesi o con quelle più ancora più lunghe come 4860 oppure 72 mesi.

Fettuccine Alfredo Roman Recipe sauce






Altro su Ricettario

SAVORY PANNA COTTA with Parmigiano Reggiano cheese, walnuts, rosemary, pepper, and honey
PANNA COTTA SALATA al Parmigiano Reggiano con noci, rosmarino, pepe e miele

May 17, 2024 0 Commenti

Una ricetta contesa tra diversi paesi europei e famosa in tutto il mondo, messa nero su bianco per la prima volta in Italia - e più precisamente in Piemonte - negli anni Sessanta del Novecento: è la Panna cotta, un dolce dalla consistenza inconfondibile, così come il suo gusto.


La nostra Panna cotta è una prelibatezza salata con Parmigiano Reggiano, noci, rosmarino, pepe e miele. Equilibrata ma avvolgente, rustica ma elegante: basterebbe la sua bontà per renderla protagonista della tavola, ma grazie alla decorazione con noci e rosmarino è una delizia anche per gli occhi.

Leggi tutto →

SOFT SAVORY CAKE with Parmigiano Reggiano
TORTA MORBIDA al Parmigiano Reggiano

May 03, 2024 0 Commenti

Se pensiamo a una torta la prima forma che ci viene in mente è quella rotonda: forse perché in origine questo dolce veniva preparato in onore della Dea Artemide, custode della luna, e alla luna voleva somigliare. Oggi ci sono torte di ogni forma, colore e gusto. Dolci, ma anche salate, come la protagonista della nostra ricetta.


La Torta morbida al Parmigiano Reggiano è una delizia tutta emiliana, perciò - insieme al Re dei formaggi - non poteva mancare il Prosciutto crudo di Parma. Buona e bella, cattura lo sguardo e il palato: che sia un giorno qualunque o una speciale ricorrenza, insieme alla Torta morbida porterete in tavola tutta l’atmosfera della festa.

Leggi tutto →

PASTA with Parmigiano Reggiano cream and pumpkin
PASTA con crema di Parmigiano Reggiano e zucca

April 19, 2024 0 Commenti

Si dice che sia stato Marco Polo a portare la pasta in Europa, tornando dal viaggio che lo condusse in Asia attraverso la Via della Seta. Questa storia, però, è tanto affascinante quanto falsa: la pasta, infatti, era già conosciuta e consumata nel 1000 a.C. da Greci ed Etruschi e accompagna la nostra storia fin dai tempi delle prime coltivazioni di grano.


Oggi, quando pensiamo a un piatto di pasta, spesso immaginiamo un semplice e gustoso sugo al pomodoro e basilico, ma fortunatamente le possibilità e i condimenti sono così tanti da sembrare quasi infiniti. La nostra ricetta con crema di Parmigiano Reggiano e zucca è ricca ma delicata, cremosa e avvolgente. Ideale con un formato come la calamarata, che accolga e raccolga tutto il condimento, perché siamo certi che non vorrete lasciare proprio nulla nel piatto.

Leggi tutto →